What public want? Ce lo svela la “The Most Influential Brands 2019”

What public want? Ce lo svela la “The Most Influential Brands 2019”

Nell’epoca delle fake news e dell’ambiguità, il bisogno di affidarsi a qualcuno non è mai stato così incalzante. In questo contesto cade a pennello la ricerca pubblicata da IPSOS (leader mondiale nel settore delle ricerche di mercato): “The Most Influential Brands 2019”, l’indagine globale che ci svela quali sono i brand più influenti nella nostra vita quotidiana e, quindi, quelli di cui più ci fidiamo e a cui più diamo valore.

Questione di analisi

La ricerca, arrivata ormai alla sua sesta edizione, questa volta affronta il tema del brand activism (Responsabilità Sociale d’Impresa), ovvero la capacità di un brand che, agendo attivamente nell’interesse della comunità, diventa influente agli occhi del pubblico di riferimento e non.

The Most Influential Brands 2019 – ricerca – analisi globale

Il campione

Lo studio, che ci offre uno specchio della situazione in cui attualmente verte la nostra fiducia, ha visto coinvolto un campione di 4550 italiani.

I fattori

Per la ricerca, cinque sono stati i focus fondamentali presi in considerazione per elaborare la classifica del “The Most Influential Brands 2019”:

• Trustworthy, fiducia e affidabilità;
• Engagement, coinvolgimento;
• Leading Edge, innovazione e capacità di far tendenza;
• Corporate Citizenship, impegno e ruolo sociale;
• Presence, presenza.

Scelte non casuali queste, perché è proprio in questo range che le marche (e le aziende) di oggi si giocano il tutto per tutto.

La capacità d’innovazione, quella di saper coinvolgere e, soprattutto, quella di sapere essere concreti, autentici e funzionali in quest’epoca, diventano principi necessari per un brand che vuole rispetto dal pubblico.

The Most Influential Brands 2019 – ricerca – analisi globale

La top ten

• Google
• Amazon
• Whatsapp
• PayPal
• Microsoft
• YouTube
• Samsung
• Facebook
• Mulino Bianco
• Visa

And the winner is…

Non lo avreste mai detto, ma il più influente a somme tirate è proprio lui, Google. Il colosso per eccellenza scalza tutti in classifica e si piazza al primo posto sul podio, lasciando Facebook in ottava posizione (centrerà qualcosa lo scandalo Cambridge Analytica? Sì Mark, sicuramente). Inoltre, con grande sorpresa torna in auge Mulino Bianco (unico brand italiano in classifica).

The Most Influential Brands 2019 – ricerca – analisi globale

Quello di cui abbiamo bisogno

Cosa si evince dalla “The Most Influential Brands 2019”? Il crescente bisogno e la costante necessità di verità, o meglio, di ricerca della verità.

Vogliamo informazioni concrete e fonti sicure, soprattutto, vogliamo risposte autentiche dal mondo che ci circonda.

La nostra prospettiva e percezione dei brand è cambiata. Non vogliamo solo che ci offrano il prodotto/servizio/offerta migliore, noi li vogliamo impegnati nel sociale perché siamo consapevoli della loro forza e delle loro capacità.

Ai nostri occhi, attualmente, sono forse gli unici a poter fare qualcosa di concreto per la società in ambito non commerciale, ma sociale, etico e politico.

Aspettative troppo alte? Forse, noi comunque non demordiamo e continuiamo a sperare.

ARTICOLI CORRELATI

Inserisci la tua parola chiave