Il mio carrello - 0 prodotti
  • Non ci sono prodotti nel carrello

Black Friday e Cyber Monday: cosa, quando, dove e perché

Black Friday e Cyber Monday: cosa, quando, dove e perché

Dare il là a spese pazze, coinvolgere non un paio, non un gruppo, ma una massa di persone e indurle a spendere un capitale per accaparrarsi i tanto agognati elettrodomestici, i favolosi completi che però prima costavano un botto o le offerte viaggio per l’inverno che verrà anche a costo di azzuffarsi perché la corsa all’affare è l’unica cosa che conta.

Sconti, sconti dovunque per comprare a costo di ogni cosa

Ecco, questa è una di quelle “trovate” che sbanca tutto e fa sbancare tutto: il Black Friday (l’ormai celeberrimo venerdì nero dello shopping scontatissimo) e, dulcis in fundo, il Cyber Monday (il lunedì cibernetico immediatamente successivo al Black Friday dedicato allo shopping online, anche qui scontatissimo).

Black Friday: cosa, quando, dove e perché

Il Black Friday è il giorno che cade tradizionalmente dopo il Thanksgiving Day, dedicato non agli sconti, ma ai super sconti.

Il primo “venerdì nero” risale al 1924 quando la catena Macy’s organizzò una parata, per festeggiare l’inizio del periodo natalizio, il venerdì successivo al Giorno del Ringraziamento. Un là per invogliare le persone a comprare e talvolta a concludere dei veri e propri affari. L’usanza statunitense, nell’ovvio, ha contagiato un po’ tutti spingendo anche altri Paesi ad abbracciare la politica del Black Friday.

Perché black?

Sul perché dell’utilizzo del termine black le storie e le leggende non sono poche:

  • nel primo caso il “nero” risale a una ragione di bilancio dove il colore indicava l’attivo guadagnato dai negozianti in quel giorno di sconti, in netto contrasto con il rosso indicatore del passivo e delle perdite;
  • nel secondo caso la connotazione del “nero” è dovuta al fatto che questo giorno era dedicato alla svendita degli schiavi che i ricchi possidenti acquistavano in vista dell’arrivo dell’inverno per i lavori nelle piantagioni;
  • nel terzo caso, quello che si dice più veritiero, il termine è stato coniato dalla polizia di Philadelphia (Pennsylvania) negli anni 60’ durante la partita di football “Army vs Navy” che richiamò migliaia di tifosi, bloccando il traffico e causando problemi che portarono la polizia a riferirsi a quella giornata come “venerdì nero”. Sono stati gli esercenti, poi, a fare loro il termine per questa giornata dandogli un’accezione positiva.

Ad oggi

Il Black Friday è visto anche come un indicatore statistico per la previsione della propensione ai consumi.

Cyber Monday: cosa, quando, dove e perché

A differenza del Black Friday, il Cyber Monday è un’iniziativa puramente pubblicitaria dedicata allo shopping digitale messo, non a caso, il lunedì successivo al Black Friday.

Nata nel 2005 l’idea ha contribuito alla creazione di un vero e proprio weekend di spese pazze per gli acquirenti e rendita senza precedenti per i rivenditori.

Letteralmente “lunedì cibernetico”, il Cyber Monday come termine venne coniato dalla divisione online della National Retail Federation (l’associazione dei commercianti al dettaglio più grande al mondo) per indicare il giorno in cui promuovere gli acquisti e “pompare” al massimo le vendite online. Col tempo però e con l’unione delle due giornate in un weekend prolungato di spese, le grandi catene hanno iniziato ad unire la scontistica online a quella in store, senza contare il fatto che anche i settori non inerenti il tech hanno iniziato a partecipare al Cyber Monday, segnando record di vendite negli ultimi anni senza precedenti.

Il nostro weekend prolungato e ciberneticamente nero

Anche noi di Dudùu siamo in pieno weekend prolungato e ciberneticamente nero. Un consiglio spassionato? Non perdetevelo!

ARTICOLI CORRELATI

Inserisci la tua parola chiave